Le Mani sulla Mente

UNA SETTA DISTRUTTIVA NON SI PRESENTA MAI PER CIÒ CHE È
REALMENTE, LA DISSIMULAZIONE È PARTE INTEGRANTE DEL SISTEMA DI IRRETIMENTO DELLA VITTIMA

Le Mani sulla Mente

PROGETTO SCUOLA, INFORMAZIONE – PREVENZIONE

Col patrocinio del Comune di Rimini, della Provincia di Rimini, della Regione Emilia Romagna e con la collaborazione di Volontarimini, -Centro servizi per il volontariato della provincia Rimini-, prosegue la campagna culturale iniziata nell’Ottobre 2010  “prevenire è meglio che curare”che vede la ristampa aggiornata della pubblicazione Le MANI sulla  MENTE incentrata sul fenomeno condizionamento psicologico e fisiologico attuato in contesti settari abusanti e/o criminogeni. L’intento è quello di fornire ai lettori le informazioni necessarie per non cadere vittima di tali deleterie organizzazioni. I reati perpetrati all’interno di realtà comunitarie coercitive consistono in abusi e violenze psicologiche emotive, fisiche e sessuali, sia su adulti che minori, con danni esistenziali attinenti la sfera dell’equilibrio psichico, affettivo e dei rapporti sociali. Ai reati contro la persona si associano sempre quelli di natura patrimoniale come truffa, appropriazione indebita, sfruttamento del lavoro, che causano perdita di denaro, beni immobili e spesso di patrimoni familiari.

Il programma è realizzato nelle scuole secondarie superiori e nell’ambito di conferenze e convegni, cui l’associazione Favis è chiamata a partecipare, mediante distribuzione gratuita della pubblicazione. Con questo progetto, -unico in Italia-, l’Associazione FAVIS, nei limiti dettati dalle proprie dimensioni e dalle risorse finanziarie, cerca di supplire all’assenza dello Stato in quell’opera di sensibilizzazione e prevenzione del fenomeno sollecitata dallo stesso Consiglio d’Europa agli Stati membri, in particolare chiedeva di promuovere, tra l’altro, mirate politicheeducative e preventive sul fenomeno settario abusante a tutela dei soggetti maggiormente vulnerabili e dei minori, in considerazione dell’inquietante diffusione a livello europeo delle cosiddette «sette», dei drammatici avvenimenti e delle violazioni dei diritti umani determinate dalle condotte delittuose di gruppi o movimenti a carattere totalizzante costrittivo. Questa pubblicazione è distribuita anche durante corsi per laureandi e master di specializzazione post laurea indetti da università italiane, presso cui il presidente Alessandrini è chiamato a intervenire (Università La Sapienza di Roma, Università Roma 3, Università di L’Aquila, Università della Repubblica di San Marino) —-

Chi è interessato può richiederne copia scrivendo alla casella di posta elettronica  favis.antiplagio@libero.it o telefonando al 328.5665202.

Questa voce è stata pubblicata in LIBRI UTILI, Senza categoria. Contrassegna il permalink.